Pannelli fotovoltaici

Il pannello fotovoltaico è un particolare tipo di pannello solare che ha la capacità di generare corrente elettrica quando viene esposto alla luce del sole. Questa è la caratteristica che lo differenzia dal pannello termico che invece serve a produrre acqua calda a scopo sanitario o per riscaldamento. L’energia elettrica prodotta è normalmente a bassa tensione e a corrente continua, quindi, l’energia elettrica prodotta dal pannello fotovoltaico per essere utilizzata nella nostra abitazione, va trasformata in corrente alternata a 220 volt; questo processo avviene attraverso l’uso di uno strumento chiamato”inverter”.
Un impianto a moduli fotovoltaici si compone di una serie di pannelli adagiati sul tetto, di un inverter e di un contatore fornito dall’Enel, chiamato bidirezionale, in quanto serve a misurare l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico ed immessa direttamente nella rete elettrica della nostra città. Questo contatore rileva l’energia prodotta e quella prelevata dalla famiglia per il normale utilizzo; la differenza viene poi comunicata all’Enel. Dall’energia prodotta viene, quindi, detratta quella che consumiamo durante la notte o durante la
giornata particolarmente nuvolosa, e pagheremo all’Enel la sola differenza o addirittura se produciamo più energia di quella che consumiamo, questa rimane a credito per i periodi ove si produce di meno.
L’impianto non richiede manutenzione e può essere installato a terra, su tetti inclinati o piani, su pensiline o tettoie, direttamente sulle facciate degli edifici anche in verticale. L’orientamento ottimale è sud.
Il risparmia sulla bolletta elettrica per un periodo superiore anche a 30 anni. È un investimento che garantisce oltre ai vantaggi economici soprattutto vantaggi ambientali.